buy essay writing online

ROSA D’INVERNO

Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah- SELEZIONI
By gaia-sg2019 7 anni fa
Home  /  Portfolio Item  /  ROSA D’INVERNO

ROSSO FERMO AFFINATO IN LEGNO
Ad ogni annata il suo pregio

GRADAZIONE: Annata 2018 13% Vol. – Annata 2017 14% Vol.
ZONA DI PRODUZIONE: Val Tidone, PC.
VIGNETO: I vigneti poggiano su terreni argillosi. La forma di allevamento scelta è il cordone speronato, adatta alle caratteristiche di questi tipici vitigni internazionali.
VINIFICAZIONE: Vino di punta della categoria dei rossi, Rosa d’Inverno rappresenta il perfetto connubio fra tre vitigni principi del panorama internazionale: Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah. Le lavorazioni in cantina puntano sulle peculiarità di queste tre pregevoli varietà, sfruttando in modo particolare la predisposizione al lungo affinamento. Grazie alla lunga macerazione (20 giorni) e alle pratiche di rimontaggio e follatura, il vino viene preparato allo stoccaggio in barrique. La maturazione nel rovere francese prosegue per 12 mesi e infine, una volta in bottiglia, sosta in cantina per almeno altri 6 mesi.

DESCRIZIONE:

ANNATA 2018
COLORE:
Rosso rubino intenso con unghia appena tendente al granato.
ODORE: Fine ed elegante; presenta un bouquet di note floreali ove prevalgono le rose appassite e i sentori speziati.
SAPORE: Al palato è particolarmente morbido, setoso e con finale piacevolmente speziato. Il contributo del legno è equilibrato e seducente. Il finale è prolungato, complesso e gradevole.
ABBINAMENTI: Predilige carni alla griglia, selvaggina in umido, formaggi stagionati. Ottimo anche con zuppe a base di legumi e primi piatti con sughi di carne.
COME SERVIRE: Si consiglia di decantare il vino prima del consumo. I calici adatti al servizio sono dei ballon di media ampiezza.

ANNATA 2017
COLORE:
 Rosso rubino intenso con unghia granata.
ODORE: Intenso, prorompente, fine ed elegante; al complesso bouquet di note floreali e spezie si aggiunge l’intensità delle note fruttate fra cui la marasca.
SAPORE: Al palato è corposo, ben bilanciato dalla fresca tannicità. La piacevole morbidezza che definiamo setosa è sempre presente accompagnata dal piacevole finale fresco e speziato. Promette un’ottima longevità e grandi emozioni.
ABBINAMENTI: Predilige carni alla griglia, selvaggina in umido, formaggi stagionati. Ottimo anche con zuppe a base di legumi e primi piatti con sughi di carne.
COME SERVIRE: Si consiglia di decantare il vino prima del consumo. I calici adatti al servizio sono dei ballon di media ampiezza.

fruttato - invecchiato - floreale - minerale
this work was shared 0 times
 600

2 Comments